Turismo d’avventura e subacqueo

 Se chiedete della Croazia a qualsiasi persona del mondo, è molto probabile che saprà il nome di almeno uno sportivo croato. Calciatori, giocatori di pallamano, sciatori, tennisti ed altri vincitori di medaglie olimpiche e di altri premi, sono gli ambasciatori della Croazia in tutto il mondo. Per i loro momenti di relax scelgono proprio la Croazia, paese con una ricca e svariata offerta per la ricreazione e la vacanza attiva con wellness, turismo sanitario, piscine, parchi acquatici, turismo d’avventura o subacqueo.
Photo:Julien Duval

1. Regole generali per gli addetti

  • Informare e formare gli addetti sull’applicazione delle procedure per la protezione di addetti e clienti e delle procedure nel caso di infezione di addetti o clienti.
  • Mantenere la distanza fisica (distanziare particolarmente gli addetti a contatto con gli ospiti dagli altri addetti).
  • Indossare le mascherine protettive.
  • Se non visibilmente sporche, disinfettare le mani il più spesso possibile e se visibilmente sporche, lavarle e disinfettarle. Disinfettare le superfici di lavoro più volte al giorno.
  • Organizzare il lavoro a turni.
  • Misurare la temperatura.
  • Numero limitato di persone negli spazi chiusi.

2. Regole generali per gli ospiti

  • Disinfettare le mani.
  • Indossare la mascherina protettiva, tranne durante l’attività.
  • Numero limitato di persone negli spazi chiusi.
  • Gruppi di dimensioni limitate.
  • Mantenere la distanza fisica.
  • Prenotazioni obbligatorie per telefono o online.
  • Effettuare i pagamenti online o contactless.

3. Organizzazione delle attività

  • Predisporre un’adeguata segnaletica e informare i clienti sull’applicazione delle procedure per la protezione degli addetti e dei clienti e delle procedure nel caso di infezione di un addetto o cliente.
  • Vengono applicate le misure generali e le norme igieniche per prevenire la diffusione del COVID-19.
  • Organizzare lo spazio per il cambio per una persona nello spogliatoio o all’aperto rispettando la distanza fisica in conformità alle raccomandazioni attuali dell’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica.
  • Predisporre gli armadietti per le attrezzature in eccesso o chiedere ai clienti di portare le loro attrezzature in uno zaino.
  • Limitare il numero di immersioni al giorno per poter effettuare la pulizia e la disinfezione delle attrezzature.
  • Aree di sosta devono essere abbastanza spaziose per assicurare la distanza in conformità alle raccomandazioni attuali dell’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica.
  • Se sono previsti i pasti, offrire un pranzo al sacco.
  • Fornire una quantità sufficiente di disinfettante durante l’attività.
  • Eseguire i trasferimenti rispettando i protocolli e tenendo conto che si tratta di gruppi chiusi di conoscenti.  
  • Rendere possibile l’uso di cuffie e altoparlanti per le guide.  
  • Il tempo di permanenza nelle zone protette è limitato (parchi nazionali e naturali).
  • Mantenere l’elenco di tutti i clienti registrando il tempo di soggiorno, i contatti e le informazioni del gruppo.
  • E’ consentito uno spazio per la raccolta separata delle attrezzature utilizzate per pulire e disinfettare.
  • In caso di primo soccorso, fornire i dispositivi come un set con filtro e maschera per la rianimazione, per evitare un contatto diretto tra il soccorritore e Il paziente.
  • Smaltire adeguatamente i rifiuti (mascherine protettive usate ed altro).

4. Pulizia

  • Disinfettare regolarmente gli spazi e tutte le superfici toccate dal cliente.
  • Pulire e disinfettare tra ogni cliente le attrezzature e i dispositivi utilizzati dai clienti e dagli addetti (caschi, cinture, neoprene, maschere, pinne, mute da sub e altro).
  • Utilizzare i disinfettanti non nocivi per l’ambiente.
  • Prendere precauzioni se si utilizzano detergenti e disinfettanti specifici.  
  • Intensificare la pulizia e la disinfezione dei servizi igienici – ogni due ore e anche più spesso.